La fashion week di Xian

unnamed

Negli ultimi tempi, siamo un po’ tutti delusi da quest’Italia e da coloro che la governano, al punto da ripeterci continuamente  che non ci sarà più un avvenire per questo Paese e che i giovani se ne vanno perché qui non è rimasto più nulla, o meglio, che diventerà un “paese per vecchi”.

Questo perché non apriamo gli occhi e non ci rendiamo conto di ciò che ci accade intorno. Ci sono molte persone che combattono la crisi reinventandosi e cercando nuove soluzioni per creare un paese migliore.

Un valido esempio di questo nuovo modo di vedere le cose ci viene da una giovane donna, sto parlando di Giada Curti, stilista italiana, che sta portando la sua moda in giro per il mondo,da Roma a Dubai, fino ad arrivare in Cina allo Xian Fashion Week (la settimana della moda in cina), dove ha presentato le sue collezioni 2014, “Portofino” e “Shukran”,  dedicate rispettivamente alla dolce vita italiana e al fascino del mondo arabo.

Insieme a lei, hanno sfilato anche altri stilisti italiani, come Gianni Calignano e Antonio Grimaldi.

Con il suo grande successo la riuscita della Xian Fashion Week, la stilista Giada Curti, continua a stupirci e ci aiuta a spere che grazie a persone come lei, che creano e credono in uno stile e moda nuova, questa Italia si ritirerà su e continuerà ad affascinare il mondo intero. Continua a leggere

VFNO 2014

IMG_6934
Finalmente anche  Roma, dopo due anni, l’11 Settembre è tornata a rivivere la sua VFNO (Vogue Fashion Night Out), con grande gioia di tutte noi fashioniste e  non.

La mia VFNO2014 si è aperta con uno splendido siparietto che vi voglio raccontare. Sono arrivata, accompagnata dalla povera anima del mio ragazzo, alle ore 21, in ritardo per via della scarsa quantità di parcheggio, appena su via dei Condotti chi ti incontro? Lei, l’Unica (con la U maiuscola), inevitabile, osannata, direttrice di Vogue, Franca Sozzani (tremo solo nel scrivere il nome, quale onore porta il mio blog). La seguo con lo sguardo, anzi cerco di avvicinarmi al lei, per una foto o meglio un selfie insieme, quando un ragazzo mi ferma afferrandomi il braccio e mi chiede “scusame ma chi è quella?!” (in perfetto romano, ricordo che anche io faccio parte di questa città, ma cerco di parlare un tantino in italiano), con sguardo fulmineo e voce acida gli dico “Franca Sozzani” e lui con gran velocità mi dice: “Franca chi?”.

In quel momento anche il mio ragazzo, che ormai aveva capito cosa stesse capitando, gli risponde “la direttrice di Vogue” e l’altro con estrema (ma dico estrema ingenuità) mi dice: “ ammazzo ao, manco fosse Totti”… non vi sto a raccontare la mia espressione, me ne sono andata via per evitare una scenata da pazza isterica.

Poi mi sono diretta verso l’Accademia della l’Oreal, prima nella sala dedicata alla Redken, per vedere il muro delle “101 happy blondes by Redken” tra tante foto anche la mia =)

Poi nella sala dedicata al 50° anniversario della Kérastase, ad aspettarci c’era Federico Faragalli, conosciutissimo hairstylist, e il suo ufficio stampa, ma anche amica, Martina Valerio, che mi hanno coccolato con i prodotti Kérastase e idealizzato un’acconciatura per la serata.

Uscita di lì, di corsa verso il negozio di Pura Lopez, organizzato da Sonia Rondini con gli abiti o meglio, le fantastiche (lei lo sa che sono innamorata delle sue collezioni) creazioni di Giada Curti, che hanno preso vita e forma nella boutique.

Poi sono passata all’evento di Pinko, dove ho ritrovato con gran piacere vecchie conoscenze o meglio amiche, e tra un cocktail e tanto divertimento abbiamo trascorso una splendida serata.

Poi come non passare da un altro grande stilista come Nino Lettieri, che con la sua eleganza ha reso questa VFNO2014 piena di chic.

Per finire, purtroppo visto il mio ritardo non ho fatto un grande giro, sono arrivata a scoprire, con mia grande meraviglia, una nuova boutique Abitart, con l’onore di conoscere la sua stilista Vanessa Foglia. Che dire, nel suo negozio come nelle sue creazioni, si respira un’atmosfera magica, allegra e piena di divertimento. Proprio una bella scoperta!!!

Che posso dire…quand’è il prossimo VFNO?!?

Baci Baci Continua a leggere

Shukran

unnamed

Buongiorno fanciulle/i,

anche quest’anno la mia splendida città ha ospitato l’edizione estiva di Alta Roma ma purtroppo, per colpa degli esami (mi chiedo ancora a 28 anni “ma chi me l’ha fatto fa” –in romano- a riprendere gli studi), ho potuto partecipare ad una sola sfilata a cui non potevo mancare, quella di Giada Curti.

La collezione Autunno/Inverno 2014-2015 di Giada Curti Haute Couture è dedica all’atmosfera araba, ai suoi costumi, colori e profumi in particolare al modo di Dubai.

All’inizio della sfilata la particolare “Zaghrouta”, canzone tipica matrimoniale cantata dalle donne arabe, ha introdotto la collezione “Shukran”. La stilista cerca di mixare linguaggi e culture, con strutture iperboliche e lievi applicazioni sartoriali, profilature brodées e tagli maestri, con la purezza delle linee e la raffinata scelta dei tessuti che hanno accompagnato i 10  modelli.

Inoltre, visto l’enorme successo delle Gbag della collezione estiva, tra gli accessori “Shukran”c’è stata la presentazione della Gbag invernale, realizzata in fettuccia di lana e incrostazioni di pietre, nastri di velluto , raso e perle.

Io ho già trovato il mio preferito, indovinate qual è? Invece a voi, quale piace di più? Continua a leggere

Portofino ad Alta Roma

QF6A5344 bassa ris

Quest’anno, come vi anticipavo nei post precedenti, per via, o forse un po’ per colpa, dello studio, non ho partecipato a molti eventi che si sono tenuti per Alta Roma, ma  di certo non potevo perdere la sfilata di Giada Curti..

Come ogni anno Giada mi ha lasciata estasiata, ma questa devo ammettere che mi ha colpita diritto al cuore. Siamo abituati a vedere gli abiti da sogno che Giada ci regala in ogni sua sfilata, un favola diversa ogni volta. In occasione dell’ultima di Alta Roma, tutto si è stravolto. L’atmosfera è rimasta quella di un sogno, ma più frizzante, allegra e giovanile, come tutte noi.

L’ispirazione, come racconta la stessa stilista, è arrivata mentre ascoltava la canzone “Found my Love in Portofino” cantata da Andrea Bocelli, da qui è nata l’ispirazione che ha dato il “la” alla nuova collezione “Portofino” dedicata “alle “mie” donne”, come dice Giada Curti.

La collezione P/E 2014 è ricca di abiti di prét couture e i must have sono cappe, pantaloni molto ampi che slanciano la figura femminile, pietre, catene e ricami, tessuti in chiffon, cady, satin, sete stampate e pizzi,  tutto nelle splendide tonalità dell’azzurro mare di Portofino, rosso geranio, dorato zafferano, sabbia, bianco sale e tutti quei colori che non mancheranno mai nei nostri armadi.

Un tripudio di colori, che dona freschezza e lucentezza a qualsiasi donna, per non parlare del costume da bagno in uncinetto e di un classico dell’Atelier Curti, l’abito da sposa creato in leggerissima seta, dallo scollo decolté con un piccolo sbalzo a ventaglio.

Il particolare che mi ha colpito di più è stata la Bag che accompagnava ogni abito, cioè la prima borsa di Giada Curti, la “G BAG”, realizzata artigianalmente in cotone e grandi pietre trasparenti. Continua a leggere

Un romantico pomeriggio

IMG_3532

Dopo un lungo calvario di due settimane, che, per colpa della mia gola ormai non più troppo giovane, mi ha costretta all’ozio totale in casa, mi sono armata di coraggio, soprattutto di vitamina C, ed ho accettato l’invito per un pomeriggio un po’speciale, direi…magico.

Magico è l’aggettivo più giusto per definire l’Atelier di Giada Curti dove, io e altre blogger, siamo state catapultate in un pomeriggio pieno di dolcezza e tanta allegria.

Giada, oltre ad essere una Fantastica Stilista, è anche un’ottima padrona di casa e una grande cuoca, solo per noi, infatti, ha preparato una torta buonissima.Così, dopo aver deliziato i nostri occhi con degli abiti Bellissimi ha appagato anche il nostro palato.

Per finire, la proprietaria di uno degli atelier più romantici di Roma, ci ha svelato alcuni dei suoi prossimi progetti per Alta Roma, anticipando che la collezione punterà a noi ragazze, donando così uno stile più giovanile e adatto a tutte noi. Continua a leggere

Alta Roma: Giada Curti

IMG_3622

Buongiorno a tutte,

anche Alta Roma è cominciata, con tutti gli impegni di questi ultimi due mesi mi gira la testa, ma devo dire che questa settimana di Moda nella Capitale è iniziata proprio bene: con la bravissima Giada Curti.

La sfilata, per le romanticone come me, è una sorta di danza tra tessuti e ricami e la stilista ha voluto chiamarla ‘Le Bandeau d’Amour’ di Maria Antonietta, l’ultima regina di Francia, riferendosi al nastro che teneva legati i suoi boccoli.

Per quanto riguarda la location, The St. Regis Hotel- Via Vittorio Emanuel Orlando, bellissima ed adatta agli abiti fiabeschi, in organza di seta, pizzi rebrodè, macramé, tutto rigorosamente in bianco e nero.

Otto gli abiti che hanno sfilato, dove la Maison sottolinea il rapporto con il mondo della sposa, che per la stilista ha delle caratteristiche ben precise: un po’ capricciosa, elegante e gentile, avvolta da nuvole di pizzi, balze, nastri e fiocchi.

Il tutto poi non guasta, se viene sottolineato che, una delle creazioni della Curti, la maison,  la dedica al sociale di preciso al ‘Telefono Azzurro’, per far si che anche la Moda possa scendere in campo per il Sociale. Continua a leggere